Long Call Strat

Indice

Strategia Long Call

Come abbiamo visto nel post introduttivo sulle strategie avanzate di questa serie dedicata alle strategie avanzate con le opzioni, tra le strategie Bullish troviamo la strategia Long Call.

Una delle strategie piú semplici con le Opzioni è l’acquisto di una call o Long Call.

L’acquisto di un Call garantisce al compratore il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare un titolo (detto sottostante) a scadenza (o entro la scadenza) a un dato prezzo (strike). Ogni contratto di opzione ci da una esposizione a 100 azioni del sottostante.

Perchè acquistare un'opzione Call

Con le opzioni possiamo usare la leva finanziaria e impiegare minor capitale per avere la stessa esposizione al sottostante. 

Compriamo un’opzione Call se abbiamo una view rialzista sul sottostante.

A scadenza o prima della scadenza possiamo esercitare il contratto e acquistare 100 azioni del sottostante ad un prezzo inferiore del valore di mercato se il prezzo è salito o rivendere il contratto di opzione in ogni momento.

È possibile acquistare l’opzione call direttamente dal broker. Attraverso l’option chain abbiamo la possibilità di scegliere la scadenza dell’opzione e lo strike price.

Il prezzo delle opzioni è chiamato premium ed è il costo che dobbiamo sostenere per il suo acquisto.

Il valore delle opzioni dipende da diverse variabili. Puoi trovare maggiori informazioni sulle greche delle opzioni qui.

Diagramma del Payoff della strategia Long Call

Ogni strategia di opzione ha un potenziale ritorno e una potenziale perdita massima. Questi due valori possono essere visualizzati attraverso il grafico del payoff. 

Il grafico mostra sull’asse delle X il prezzo del sottostante alla scadenza e su quello delle Y il profit e loss della strategia.

Il payoff di una Long Call può essere calcolato come la differenza tra lo strike price e il prezzo del sottostante al momento dell’esercizio o scadenza dell’opzione, moltiplicato per il numero di azioni per ogni contratto (100 azioni).

 

Ecco la formula: 

Payoff = (Prezzo del sottostante – Strike Price) x 100 (Numero di azioni per ogni contratto di opzione)

 

In questo esempio abbiamo acquistato un contratto di opzione con strike price a $40 per un premio di $3. Il costo della nostra opzione è di $300 ovvero $3 x 100 (numero di azioni).

La nostra perdita massima sarà di $300 nel caso in cui a scadenza il prezzo del sottostante sia inferiore al nostro break even. Il break even point è di $43 (strike price + costo del premio). Se a scadenza il prezzo del sottostante sarà maggiore di $43 la nostra strategia guadagna.

Il profitto massimo per questa strategia è potenzialmente infinito in quanto in teoria il prezzo del sottostante potrebbe crescere all’infinito anche se questo non accade dato il tempo a scadenza.

Long Call

Le variabili da valutare quando acquistiamo una Call

Quando decidiamo di acquistare un’opzione call dobbiamo tener conto di alcune variabili molto importanti:

  • Acquistare opzioni in molti casi è più rischioso della vendita di opzioni se non vengono prese in considerazione tutti i fattori che possono avere un impatto sul premio.
  • Volatilità Implicita. Se la volatilità implicita cresce questo avrà un impatto positivo per la strategia in quanto il premio tenderà a salire. La linea guida per operare in opzione è la seguente: comprare opzioni quando la volatilità implicita è bassa e vendere opzioni quando la volatilità implicita è alta.
  • Moneyness. Le Call ATM (At the Money) o OTM (Out of the Money) si muovono in modo diverso in relazione all’aumento del prezzo del sottostante. 
  • Time Decay. Quando acquistiamo opzioni siamo soggetti al rischio del Theta ovvero il tempo a scadenza. Ogni giorno l’opzione perde valore e a scadenza se non è presente un valore intrinseco, l’opzione vale 0. Le opzioni con una scadenza più lontana hanno un prezzo maggiore rispetto alle stesse call con scadenza più vicina. Il Theta ha un effetto negativo per il compratore di opzioni.

La strategia Long Call è la più semplice assieme alla Long Put ed è il building block di strategie avanzate e multileg.

Durante il trade sarà sempre possibile convertire la nostra Long Call in strategie più complesse come per esempio Vertical Spreads, Straddle o Strangle.

Esiste poi il concetto di Rolling delle posizioni. Il rolling ci consente di aumentare il tempo a disposizione per consentire alla strategia di diventare profittevole. Il rolling in molti casi ha un costo superiore. Ne parliamo in dettaglio nel nostro Corso sulle Opzioni.

Ricapitolando:

  • La Strategia Long Call è una strategia Bullish
  • La nostra posizione è Long Options
  • È una struttura a debito (paghiamo un premio per questa strategia)
  • La nostra View è rialzista sul sottostante
  • La strategia ha un rischio definito 
  • La strategia ha un profitto illimitato
  • La strategia beneficia dell’aumento della volatilità
  • Il Tempo è un fattore negativo per questa strategia

Le altre strategie Bullish con le Opzioni

Ecco altre strategie Bullish con le Opzioni:

Ottieni gratis il pacchetto Q-Start
e iscriviti alla nostra Newsletter.

    Altri Link utili:

    Frequently Asked Questions (FAQs)

    A che cosa servono le Opzioni?

    Le opzioni sono strumenti derivati che forniscono all’investitore la possibilità di guadagnare in ogni condizione di mercato.

    Vengono utilizzate per protezione, per speculazione o per generare rendimenti aggiuntivi sulla liquidità in portafoglio.

    Come funzionano le Opzioni?

    Le opzioni sono un contratto tra due parti: compratore e venditore.

     

    • Il compratore paga un premio per acquistare un’opzione. Questo gli dà il diritto, ma non l’obbligo di acquistare o vendere una certa quantità di sottostante ad uno strike price entro una data specifica chiamata scadenza.
    • Il venditore incassa il premio o costo dell’opzione. In cambio ha l’obbligo di acquistare o vendere una certa quantità di sottostante al prezzo strike se il compratore sceglie di esercitare il contratto di opzioni.

    Quali sono i tipi di Opzioni?

    Esistono due tipi di opzioni: le opzioni Call e quelle Put.

     

    • Le opzioni call danno al compratore il diritto di acquistare il sottostante ad un determinato prezzo.
    • Le opzioni put danno al compratore il diritto di vendere il sottostante ad un determinato prezzo entro la data di scadenza. 

    Abbiamo un articolo dedicato ai tipi di opzioni.

    Cos'è il prezzo di esercizio di una Opzione

    Il prezzo di esercizio di un’opzione anche chiamato “Strike Price” è il prezzo al quale l’attività sottostante può essere acquistata o venduta a scadenza.

     

    Se per esempio acquistiamo un’opzione call su Tesla ad uno strike di $130 con scadenza a due mesi, a scadenza se il prezzo dell’azione Tesla sarà superiore a $130 o al nostro strike, abbiamo la possibilità di acquistare 100 azioni di Tesla a $130.

     

    Possiamo o tenerle in portafoglio o rivenderle sul mercato ad un prezzo superiore.

    Qual'è la leva di un'Opzione?

    La leva finanziaria è uno strumento che ci permette di impiegare meno denaro per acquistare una determinata quantità di un sottostante o asset. Abbiamo la possibilità di prendere esposizione all’asset impiegando meno liquidità. 

     

    Nel caso delle opzioni ogni contratto dà l'esposizione a 100 azioni del sottostante.

     

    Se per esempio acquistiamo un’opzione call su un’azione che quota $100 per il costo di $2, la nostra esposizione è del 2%. Pagando un premio totale di $200 ($2 * 100 azioni) abbiamo una esposizione di $10.000 ($100 *100 azioni).

    Come esercitare un’opzione a scadenza?

    A scadenza ho la possibilità di esercitare il contratto e acquistare o vendere 100 azioni al prezzo strike dell’opzione. Per acquistare le azioni dovete avere la liquidità necessaria sul conto di trading.

     

    Un contratto di opzione può essere chiuso anche prima della scadenza senza esercitare. In questo caso il nostro profit e loss sarà la differenza tra il prezzo di acquisto del contratto e quello di vendita moltiplicato per le 100 azioni.

    Qual'è la differenza tra Futures e Opzioni?

    I futures e le opzioni sono entrambi strumenti derivati, il cui valore è legato a quello di un'attività sottostante (ad esempio, un'azione, un'obbligazione o una materia prima). Ci sono alcune differenze chiave tra i due tipi di strumenti:

     

    • Future: è un contratto tra due parti che si impegnano a scambiare un'attività sottostante a un prezzo specifico in una data futura. Ad esempio, si può acquistare un contratto futures che ti obbliga a comprare 100 azioni a un prezzo specifico tra un mese. 
    • Opzione: è un contratto che dà al compratore il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare o vendere un'attività sottostante a un prezzo specifico in una data futura. 

    I futures sono più rischiosi delle opzioni in quanto il compratore è obbligato a acquistare o vendere il sottostante ad una data futura, mentre le opzioni danno al compratore la flessibilità di decidere se esercitare o meno il contratto.

    Quando conviene acquistare o vendere Opzioni?

    L’acquisto o la vendita di opzioni sono soggettive in base alla nostra view di mercato sul sottostante.

     

    È importante però capire i fattori che condizionano i prezzi delle opzioni. Le opzioni sono calcolate in base a modelli matematici complessi ed esistono variabili chiamate Greche che impattano sul valore delle opzioni.

     

    Due delle variabili da valutare nella scelta della strategia sulle opzioni sono:

     

    • Volatilità Implicita. La volatilità è favorevole al compratore di opzioni. Se la volatilità sale il premio delle opzioni tende a salire. Secondo la teoria dovremmo comprare opzioni se la volatilità implicita è bassa e vendere opzioni se la volatilità implicita è alta. Abbiamo parlato di volatilità in un articolo del Blog.
    • Tempo a scadenza. Il tempo gioca a favore del venditore. Più passa il tempo e più il valore dell’opzione cala.  

    Come guadagnare con le Opzioni

    È possibile guadagnare con le opzioni in diversi modi:

     

    • Comprare un'opzione e mantenerla fino a quando il prezzo dell'asset sottostante aumenta. Questo è il caso dell’opzione call. In questo modo possiamo o acquistare il sottostante ad un prezzo inferiore o rivendere il contratto di opzione ad un prezzo maggiore. 
    • Vendere opzioni per incassare il premio. Vendere opzioni comporta però rischi che a volte possono essere elevati.
    • Utilizzare strategie di copertura per proteggere il nostro portafoglio.

    Come investire in Opzioni

    Per investire in opzioni devi avere accesso ad un account di brokeraggio e aver ricevuto l’abilitazione al trading di opzioni. La scelta del broker per il trading di opzioni è importante. Tra i fattori che dovete valutare abbiamo:

     

    • Costi di commissione
    • Abilità di vendere opzioni allo scoperto
    • Accesso ai mercati

    Abbiamo parlato di Brokers in questo articolo del Blog.

    I Migliori Brokers sulle opzioni per l’investitore italiano sono:

    • Interactive Brokers
    • Tradestation
    • Tastytrade
    • Fineco
    • Degiro
    • Directa
    • BG Saxo
    Facebook
    Twitter
    LinkedIn
    Interessante, vero? Ancora di più quando accedi a Q-Start: il ricco Starter pack gratuito per iniziare il tuo percorso di investimento. A costo zero, a rischio zero.
    Q-START

    Ottieni subito il pacchetto
    Q-Start. Gratis.

    Newsletter settimanale
    14 e-Book in tema di finanza
    9 lezioni di masterclass Q-Learn
    Report di 9 portafogli modello
    6 webinar Invest like a Pro
    Accesso al gruppo Telegram
    Inserisci i tuoi dati nel form. Riceverai una mail con le indicazioni per effettuare l’accesso ai contenuti gratuiti di Q-Start.

      Fabio Ruggeri

      [email protected]

      Gianluca

      [email protected]

      Menthor Q

      [email protected]

      701 Brickell Key BLVD
      33131 - Miami (FL)